Consigli giardino

Ortensie: identificare e combattere malattie e parassiti

Ortensie: identificare e combattere malattie e parassiti



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Anche se non sono molto sensibili ad esso, possono comunque essere infettati: ti diremo quali parassiti e malattie possono verificarsi sulle ortensie.

ortensia danneggiata

Indipendentemente dal fatto che le ortensie (ortensie) nel giardino o le ortensie in un secchio: in condizioni ottimali, di solito sono molto insensibili alle malattie e ai parassiti di tutti i tipi. Dovrebbe tuttavia accadere che siano infetti da malattie o parassiti, questo è principalmente perché che le condizioni per la pianta non sono ottimali. Parassiti e malattie si verificano spesso con cure errate o nella posizione sbagliata.

Le ortensie sono più comunemente infestate da afidi, acari o muffa in polvere. Ma i nematodi delle radici, i tonchi neri e la macchia delle foglie possono anche causare problemi alle belle piante. Con uno sguardo adeguato alle tue ortensie sarai in grado di riconoscere e combattere rapidamente le malattie.

Malattie e parassiti sulle ortensie

❧ acari del ragno:

Gli acari del ragno sono uno dei parassiti più comuni sulle ortensie. Questi piccoli animali striscianti afferrano le foglie e sono riconoscibili dai loro punti argentei sulla superficie. Più tardi sul lato inferiore delle foglie mostra una rete e anche gli spazi tra le foglie diventano gialli o grigio-marrone. Soprattutto quando le ortensie sono direttamente al sole e la terra è asciutta, questi piccoli animali possono riprodursi meravigliosamente.

Combattimento:

Per sbarazzarsi degli acari, a volte fare la doccia con acqua pulita. Se non ci riesci, puoi anche trattare l'ortensia con uno spray contenente olio di colza. Consiglio di lettura: combattere gli acari del ragno sulle piante d'appartamento - 5 consigli efficaci.

Potresti essere in grado di prevenire la reinfestazione spostando l'ortensia dopo il trattamento.

❧ afidi:

Non molto spesso, ma a volte, puoi anche trovare afidi sulle ortensie. Questi parassiti di solito si presentano in primavera quando il clima è molto caldo e secco. Gli animali non sono così piccoli da poterli effettivamente vedere ad occhio nudo. Inoltre, anche le superfici delle foglie sono ricoperte di melata e quindi molto appiccicose. Se c'è un'infestazione da afidi, i funghi e le formiche di fuliggine nera non sono di solito lontani.

Combattimento:

Il più delle volte è sufficiente spruzzare le piante con un getto d'acqua dura. Se ciò non allontana i pidocchi, puoi anche spruzzare le ortensie con l'impasto di ortica. Ecco una guida su come preparare da soli il lievito di ortica.

❧ Muffa:

Oltre a questi parassiti, l'ortensia ha spesso anche problemi con i funghi. Se l'ortensia si trova in una posizione ideale ed è ben fornita di sostanze nutritive, le malattie fungine sono rare, ma può ancora verificarsi di tanto in tanto. Pertanto, dovresti controllare regolarmente le tue piante per tali malattie in modo da poter intervenire in una fase precoce.

L'oidio è molto persistente con le ortensie. Nel caso di un'infestazione, i depositi grigi con un'apparenza farinosa si formano sulle foglie sopra e sotto. La cosa brutta al riguardo: il vento provoca la diffusione delle spore fungine in presenza di forti sbalzi di temperatura. Pertanto, dovresti sempre agire rapidamente.

Combattimento:

Se riconosci questa malattia fungina sulle tue ortensie, dovresti rimuovere le parti della pianta infette il prima possibile per prevenire un'ulteriore diffusione. Tuttavia, se l'infestazione è molto grande, di solito solo un fungicida chimico aiuta se vuoi salvare la tua ortensia dalla morte.

❧ malattia dei punti fogliari:

Se la pianta non ha abbastanza nutrienti e anche l'umidità dell'aria è elevata, può verificarsi anche la cosiddetta malattia del punto fogliare. Questo fungo può essere riconosciuto da punti scuri con un centro di colore marrone. Se la pianta continua a crescere, il tessuto fogliare può aprirsi in questi punti.

Combattimento:

Anche in questo caso aiuta solo la rimozione delle parti infette della pianta. Inoltre, dovresti prestare attenzione a un migliore apporto di nutrienti dell'ortensia in futuro per prevenire una nuova infestazione.

❧ clorosi:

La cosiddetta clorosi si verifica anche relativamente spesso nelle ortensie. Con questa malattia, le vene delle foglie diventano verdi e le foglie ingialliscono. La ragione di questo disturbo è spesso una carenza di ferro, ma il terreno potrebbe anche essere troppo semplice.

Combattimento:

Per rendere il terreno un po 'più acido, puoi incorporare un po' di torba o rododendro. Un fertilizzante di ferro è anche utile. Dopo alcune settimane, la tua pianta dovrebbe essere migliore. In questo caso, le foglie tornano al loro colore originale.

❧ Muffa grigia (botrytis):

La muffa grigia è anche causata da un fungo, che si manifesta non solo sulle foglie, ma anche su germogli e infiorescenze. In caso di infestazione, un rivestimento grigiastro e polveroso può essere visto su queste parti della pianta. Nel corso della malattia, anche le infiorescenze si deteriorano e scoloriscono (marrone). Soprattutto quando il terreno è molto pesante e il tempo umido persiste, il fungo ha un gioco molto semplice.

Combattimento:

Come misura preventiva, innaffia le ortensie al mattino. L'assottigliamento regolare aiuta anche in modo che più aria possa raggiungere tutte le aree. Se c'è un'infestazione, devi tagliare le parti della pianta corrispondenti. Dovresti anche smaltire tutto ciò che cade il più rapidamente possibile tra i rifiuti domestici per impedirne la diffusione. Letture consigliate: combatti la muffa grigia in piante in vaso - Ecco come.

❧ Virosi dell'ortensia:

Nelle ortensie, la virosi può essere innescata dal micoplasma o dai virus. La pianta e le infiorescenze rimangono quindi molto piccole, le parti della pianta diventano viola in rosso e le foglie diventano opache.

Combattimento:

Sfortunatamente, questa malattia altamente contagiosa non può essere combattuta e anche la prevenzione non è possibile. Se una pianta è infetta, purtroppo devi bruciarla completamente. È inoltre necessario sostituire il terreno nel punto appropriato. In futuro, non ti sarà permesso di piantare ortensie nello stesso posto.

❧ Inverdimento dell'ortensia:

Nel greening dell'ortensia, l'intera corolla e gli stami vengono sempre più trasformati in foglie verdi e minuscole. In alcuni casi, si possono vedere anche crescite. L'ortensia si indebolisce, perde il suo bell'aspetto e alla fine muore.

Combattimento:

I parassiti e gli insetti diffondono il micoplasma pericoloso, quindi sfortunatamente non è possibile salvare la pianta. Anche in questo caso, è necessario eliminare l'intera pianta e sostituire il terreno.

❧ Tripidi:

Oltre agli afidi e agli acari, anche altri parassiti animali causano problemi con le ortensie. I cosiddetti tripidi succhiano insetti che lasciano macchie sulla pianta. Questi si seccano più tardi e portano alla morte dei germogli infetti. La pianta si sviluppa quindi debolmente e i boccioli dei fiori muoiono.

Combattimento:

Per combattere questo minuscolo, dovresti usare i preparati con i principi attivi dell'albero di neem. Inoltre, sono adatti anche quelli con olio di colza o saponi di potassio.

❧ Nematodi di radice:

I nematodi di radice sono piccoli nematodi che ingeriscono la linfa cellulare. Le radici quindi perdono tensione e volume e un odore sgradevole fuoriesce dal terreno. Nel corso del tempo, le parti della pianta sopra la terra soffrono di cedimento fino alla morte. Il più delle volte, i nematodi sono infetti quando il suolo è esaurito.

Combattimento:

Non puoi combattere questi vermi. Puoi solo prevenire un'infestazione. Puoi raggiungere questo obiettivo fornendo una buona scorta di sostanze nutritive e posizionando i fiori degli studenti tra le ortensie.

❧ tonchio:

Il tonchio nero rosicchia le foglie sul bordo in modo da poter vedere le tacche semicircolari. Lo scarabeo in sé non è così pericoloso, le sue larve sono peggio. Non attaccano le foglie, ma le radici, in modo che la pianta non cresca più e spesso persino si restringa.

Combattimento:

Il tonchio nero non può essere controllato chimicamente. L'unico modo per scacciarlo è raccoglierlo al crepuscolo. Letture consigliate: Combattere i tonchi - come funziona.


Video: Quali sono le malattie delle piante acidofile e come si curano (Agosto 2022).